Visualizzazione post con etichetta Ricotta. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Ricotta. Mostra tutti i post

lunedì 17 giugno 2013

Il contest dell'Estate: I piatti delle Stars! Ed altri imperdibili eventi



Cosa fate tra il 10 luglio e il 2 agosto?

Cosa dite? Non andate al mare perchè c'è troppa sabbia?
In montagna no perchè è troppo in alto? Al lago no perchè è troppo bagnato?

Ecco, quindi, piuttosto che stare a casa sul divano, che poi con sto caldo rischiate di fondercivisi insieme, cosa ne dite di fare un salto a Siena a seguire un favoloso concerto o uno spettacolo sotto le stelle nella splendida location di Piazza del Duomo?
La Iko International e Regione Toscana in collaborazione con la Confcommercio di Siena hanno pensato proprio a voi!
Guardate qui cos'hanno da proporvi: http://www.sienaandstars.com.

Ma, nel frattempo, volete qualche esempio?
Ok.
Da quando avete visto Banderas in "Ti va di ballare" non sognate altro che assistere ad uno spettacolo live di Tango?? (o Banderas, ma su quello non possiamo aiutarvi). Bene, allora fiondatevi il 14/07 a vedere Miguel Angel Zotto!
Il vostro compagno è appassionato di Jazz tanto da aver riempito la casa di vinili?? Allora non potete non regalargli un week end a sorpresa il 24/07 a vedere Claudio Fasoli!
Preferite i ritmi cubani? Allora prendete un bel mojito e gustatevi il 19/07 i Buona Vista Social Club.
Amate spasmodicamente i Baustelle??!! E allora siete ancora più fortunati perchè il 28/07 luglio, insieme a loro, trovere anche a me!! Che per fortuna vostra non sarò lì a cantare. 
O perlomeno non dal lato del palco. 
Anzi no, non è vero, io sarò oltre il palco, perchè potrò andare nel back stage!!!
Infatti non so come dirvelo, perchè sarete tutti invidiosissimi e non dormirete più la notte, ma io, proprio io, insieme ad altre 23 blogger ho avuto un deretano incredibile. 
Più di quanto già non lo abbia realmente.

Ma com'è iniziato il tutto?
E' andata più o meno così:

Ufficio. 
Interno giorno.
Squilla il telefono.
"Ciao, sono io"
"Buonasera dottore"
Muahaha no scherzo dai, quella è un altra storia.
"Ciao, son la Patty, sei seduta?"
"Sì" (da circa 7 ore peraltro..).
"Senti, la confcommercio ha pensato questa cosa: cosa ne diresti di venire due giorni a Siena, assistere al concerto dei Baustelle, andare nel back stage, testare l'ospitalità della zona e, per animare in modo particolare una delle serate, preparare un menù personale in collaborazione con lo chef di uno dei ristoranti che proporranno le cene pre-concerto?"
5 secondi di silenzio.
Va beh dai, saranno quelli dello ZOO di 105 che fanno gli scherzi.
Ma, nel dubbio, siccome io sono una yes woman, e nonostante stessi già iniziando a pezzare, ho detto sì.
Si! Si! SIIIIIIIII! 
E sarò mica così scema da rifiutare??!

E quindi insomma, cosa farò lì due giorni?? 
Eh, intanto lavorerò alacremente per preparare un menù coi fiocchi (giuro, niente Gutalax ;-))) che potrete assaggiare se verrete a trovarmi, e poi nel resto del tempo gozzoviglierò con le altre 3 fantastiche blogger che saranno con me quel weekend saltando (più che altro rotolando) da una degustazione all'altra.
Ecco insomma, diciamo che mi sacrificherò per testare l'ospitalità Senese per voi.
Perché, come si suol dire, è uno sporco lavoro ma qualcuno dovrà pur farlo.

Ma le novità sbalorditive non sono finite qui. 
Volete sapere chi sono le altre 23 blogger che parteciperanno agli eventi e dove potrete incontrarle? Volete controllare la rassegna, prenotare hotel e ristoranti, visite tematiche e cene nei ristoranti convenzionati, comodamente seduti sul wc di casa mentre giocate col vostro smartphone nella pausa relax post ufficio??? E allora non potete non scaricare l'App Inner Siena&Stars, la prima in Italia di questo genere, che troverete anche qui, dal 28/06!

Non siete ancora soddisfatti? Come dite?? Volete qualcosa che vi riguardi ancora più da vicino?? Cooooosa???! Volete soggiornare a Siena in coppia a gratis e vedere pure il concerto di Ludovico Einaudi??
Bravi, bravi. Mi siete piaciuti e per me è sì.
Quindi ecco tutto per voi il contest dell'Estate!!

Come partecipare?? E' semplice!
Guardatevi il calendario eventi, scegliete un artista o un genere musicale che vi ispiri un piatto (antipasto primo dolce quello che volete), preparate una ricetta e pubblicatela sul vostro blog tra il 17 giugno e il 17 luglio.
Segnalate il link sul sito della Patty (Andante con gusto) dove troverete anche tutte le regole del contest, e incrociate le dita.
Se vincerete, oltre ad accaparrarvi biglietti VIP per il concerto di Einaudi e soggiorno e cena per due persone a Siena, la vostra ricetta sarà realizzata da uno dei ristoranti partecipanti!

Io, come dire, per ovvi motivi, non posso partecipare al contest. Però sono stata talmente ispirata che ho voluto comunque dare il mio contributo.
E cos'ho preparato?? Dei tartufi salati di ricotta.
Semplici, eleganti, puliti, stupefacenti ed emozionanti come solo la musica di Ludovico Einaudi sa essere.
Ed eccoli qui, tutti per voi.

video



Ingredienti per circa 12 tartufi:

200 gr di ricotta
30 gr di parmigiano grattugiato
20 gr di pangrattato
la buccia grattugiata di due limoni
un pizzico di noce moscata
50 gr di mandorle tritate

Mescolate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto lavorabile con le mani (aggiungendo o diminuendo il pangrattato, se necessario).
Formate delle palline del diametro di circa 3 cm e rotolatele nelle mandorle tritate.
Mettete nei pirottini e conservate in frigo.

PS Oltre alla magnifica ricetta (;-)) vi piace pure la scatola della foto??? Ok, qui trovate il template.
Salvatelo, stampatelo su un foglio A4, piegate sui tratteggi, tagliate i bordi, incollate le alette e via.



martedì 10 luglio 2012

Cake di farina di riso e ricotta


Ingredienti per una torta da 24 cm di diametro:
250 gr di farina di riso
350 gr di ricotta
200 gr di zucchero di canna scuro
3 uova
mezza bustina di lievito
la buccia grattugiata di un limone
un cucchiaino di cannella
un pizzico di sale
un cucchiaino di zenzero in polvere

Eviterò di dirvi di quanto fa caldo e di quanto non abbia alcuna voglia di cucinare perchè già lo sentite e leggete abbastanza in giro.
Sappiate però che ho caldo e che non ho alcuna voglia di cucinare. 
Al contrario però di tutti gli altri, cercherò di darvi una serie di motivi per cui lamentarsi di meno e provare ad amare questo caldo fottuto, del tipo:
l'impasto della pizza in lievitazione raggiunge volumi spropositati in metà tempo e vi sembrerà di essere nella moltiplicazione dei pani e dei pesci senza i pesci, che potete sempre comprare a parte.
I panni asciugano ancor prima di esser tirati fuori dalla lavatrice. Vi basta aprire lo sportello e aspettare cinque minuti. Sconsiglio di provare a stirarli perchè saranno cartonati ma tanto lo stile un po' bohemien-sconvolt va sempre di moda, basta saperlo portare.
Le zanzare con sto caldo non ci sono, o almeno ce ne sono molte meno. Tra l'altro l'anno scorso che volevo mettere il condizionatore non ha fatto caldo e quest'anno che ho montato le zanzariere non ci sono le zanzare. Sperate l'anno prossimo non decida di comprare una piscina.
Se soffrite di pressione alta vi basterà fare un giro in una zona senza ombra dopo i pasti.
Se volete fare una sauna idem. Per il bagno turco basta usare uno spruzzino supplementare.
Potete fare a meno dell'essicatore e con un po' d'impegno anche del forno, magari usando quei cartoncini trifacciali riflettenti che si usavano per ustionarsi la faccia tempo fa.
Potete lasciare i rotoli di polvere girare per casa e dire che pensavate di esser nel deserto.
Potete accendere la sigaretta col solo uso di una lente d'occhiale e un raggio di sole. Se non siete nè miopi nè presbiti smettete di fumare.
E ultimo, ma non meno importante, potete usare il colpo di calore come scusa per non fare qualsiasi cosa, che è molto più credibile di un mal di testa.

Come volevo non dirvi all'inizio, per il caldo non sto cucinando molto e i miei pranzi e le mie cene si susseguono a suon di verdure al massimo da sbucciare, ma anche no, ma per la colazione faccio qualche eccezione. Al mattino ho bisogno di ingerire qualcosa entro i primi 5 minuti in cui ho appoggiato i piedi a terra altrimenti mi si apre una voragine nello stomaco e mi vengono gli svarioni, per cui dopo aver finito pane e biscotti, prima che io mi inghiotta la sveglia, la tv e il pc insieme, ho pensato fosse il caso di preparare qualcosa di più appetibile. Giusto così per non mangiare la prima cosa che capita. 
Non è vero. In realtà ho bisogno solo di un incentivo per alzarmi dal letto al mattino per andare al lavoro.
E anche qualcosa di più leggero (della sveglia tv e pc insieme).
E sì, vorrei dirvi che ho pensato apposta ad una ricetta light e veloce per la prova costume, ma la verità è che invece avevo della ricotta in scadenza. Perchè io della prova costume francamente me ne infischio. Nel senso che  evito proprio di provarlo.

Per questa torta prendete una ciotola, mischiateci tutti gli ingredienti, imburrate e inzuccherate una tortiera (consiglio saggissimo che presi dalla  mitica Roby in quale suo post o commento), sbatteteci dentro il composto e cuocete in forno caldo a 180° per circa 30/35 minuti. 
Se la preferite molto soffice e avete del tempo da perdere, montate gli albumi al posto che schiaffarli dentro così.

Ps.: in chiusura mi sento di dire qualcosa anche io su Caronte, giusto per non esser fuori moda. Ovvero che se potessi l'affogherei nell'Ade.

domenica 15 aprile 2012

Ricotta pops


Ingredienti per 12 pops:
250 gr di ricotta vaccina
4 cucchiai di zucchero di canna
un pizzico di cannella
un pizzico di zenzero in polvere
la buccia grattugiata di mezzo limone
la buccia grattugiata di mezza arancia 
200 gr di cioccolato fondente
pasta di zucchero bianca
qualche goccia di succo di barbabietola

Non c'è niente da fare, mi piacciono i contest. Quando ne vedo uno non resisto, i cricetini nella mia testa balzano autonomamente sulla ruota e inziano a girare sempre più velocemente finchè non mi viene in mente qualcosa. E' più forte di me, lo trovo troppo stimolante ed è un po' giocare a Scarabeo, con la differenza che lì ti davano lettere e non vincevi una mazza e qui ingredienti e se ti va bene ti becchi pure un premio. 
Questa è stata la volta del contest indetto da Fiordirosmarino e La Cuoca Dentro che chiedevano di trasformare la ricotta. Io non solo l'ho trasformata ma le ho dato anche un volto. E una foto vale più di mille parole.
E poi tra l'altro, come già vi avevo accennato, sono in corsa per recuperare i trend degli ultimi anni, quindi quale migliore occasione di questa per cakepoppizzare qualcosa?
Per fare questi ricotta pops prendete della ricotta un po' asciutta, schiacciatela bene con un cucchiaio, aggiungete lo zucchero e gli aromi ed amalgamate per bene. Formate delle palline grosse quanto una noce ed appoggiatele su un piatto. Prendete ora uno dei bastoncini che userete per sostenere i pops, infilatelo in ogni pallina fino a circa metà per praticarci un bel foro.
Ora che le palle sono belle bucate infilatele in freezer per una mezz'ora. Nel mentre sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria. Riprendete le palle, pucciate la punta di ogni bastoncino nel cioccolato ed infilatelo nel foro di alloggiamento praticato in precedenza. Rimettete in freezer per una decina di minuti per far solidificare. Non sottovalutate questo passaggio, se non lo fate, al momento della copertura i pops rimarranno nel cioccolato e voi lì come dei ciula con solo il bastoncino in mano.
Ora invece, appunto, potete prendere tranquillamente un pop alla volta per infilarlo nel cioccolato fuso. Se tutto va come deve andare, o almeno così diconooooooo e tutto vaaaaa come deve andareeeee o per lo meno me lo auguroooooo...ah scusate non siamo a Sarabanda? Dicevo, se tutto va come deve andare, il cioccolato si rapprenderà velocemente e formerà un bel guscio solido. 
Volendo, avreste già finito. Ma se invece amate complicarvi la vita ed avete del tempo da perdere, potete dare vita ai ricotta pops. Col rischio però di non riuscire più a mangiarli, sappiatelo: nel momento in cui gli darete un volto e loro vi guarderanno con quegli occhietti spaventati con che coraggio li azzannerete?!??!
Io per fare il coniglio ho preparato un po' di pasta di zucchero in questo modo: ho messo in ammollo per cinque minuti un foglio di colla di pesce, l'ho strizzato e l'ho messo in un pentolino con 50 gr di glucosio; ho fatto sciogliere a fuoco dolcissimo ed ho sbattuto nel frullatore questo composto con 450 gr di zucchero a velo e 3 cucchiai d'acqua (ovviamente ve ne avanzerà un bel po', conservatela in una scatola avvolta nella pellicola). Ho frullato fino ad ottenere una palla liscia, ho preso una parte del panetto ed ho aggiunto un cucchiaino di succo di barbabietola (l'E120 gli fa una pippa) per ottenere quel fantastico rosa che vedete in foto. Ho fatto le orecchie e le ho fatte seccare per un'oretta, ho messo il cerchietto al pop, gli occhietti, la boccuccia ed ho appiccicato le orecchie con un goccio d'acqua. Ho fatto asciugare et voilà: ricotta pops in versione playboy pronti.